BFOREVER® Diamonds

Diamanti etici

ETICI E LEGALI

I nostri diamanti sono etici come il nostro lavoro!

Passione, Rispetto, Fiducia, questi sono i nostri criteri per classificare il lavoro, i collaboratori ed anche i nostri clienti investitori. Noi non abbiamo altri valori che i principi che ispirano le vite dei fondatori di questa azienda. Il controllo oggettivo delle operazioni esterne è invece basato sul Kimberley Process Scheme (KPCS): è un accordo volto a garantire che i profitti ricavati dal commercio di diamanti non vengano usati per finanziare guerre civili.

L’accordo è stato messo a punto e approvato con lo sforzo congiunto dei governi di numerosi paesi, di multinazionali produttrici di diamanti, e della società civile.

La sua origine risale al maggio del 2000, quando una conferenza a Kimberley, in Sudafrica, discusse sul legame tra produzione di diamanti e conflitti nei paesi d’origine. A luglio dello stesso anno, viene istituito ad Anversa il World Diamond Council per iniziativa della World Federation of Diamond Bourses e dell’International Diamond Manufacturers Association: in sintonia con i risultati emersi dalla Conferenza di Kimberley, il WDC si propone di sviluppare un sistema di controlli sulla trasparenza del mercato internazionale dei diamanti grezzi.

Nel dicembre del 2000 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sollecitò la creazione di uno schema che consentisse di certificare la provenienza dei diamanti da esportatori che non finanzino guerre civili. Tra il 4 e il 5 novembre del 2002, dopo numerosi incontri volti a definire i criteri generali e i requisiti minimi del processo, 37 stati firmarono a Interlaken un accordo per l’attivazione di un sistema di certificazione nella circolazione dei diamanti grezzi; parteciparono all’accordo anche il WDC e le multinazionali coinvolte nelle attività di estrazione, commercio e vendita, come la De Beers.

I requisiti che uno stato deve soddisfare per poter partecipare allo schema di certificazione sono i seguenti:

  1. i diamanti provenienti dal paese non siano destinati a finanziare gruppi di ribelli o altre organizzazioni che mirano a rovesciare il governo riconosciuto dall’Organizzazione delle Nazioni Unite;
  2. ogni diamante esportato sia accompagnato da un certificato che provi il rispetto dello schema del Kimberley Process;
  3. nessun diamante sia importato da, o esportato verso, un paese non membro del Kimberley Process

Scrivici per ogni altra informazione sulla certificazione dei diamanti grezzi: [email protected]

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiorna il tuo browser per visualizzare correttamente questo sito., Aggiorna il mio browser

×